Sport fluviali

Sport fluviali

Scorre un fiume di passioni in Valsesia: nasce dai 4299 m del Colle del Sesia e si immette nel Po, dopo aver percorso l’intera provincia di Vercelli e dopo aver raccolto le acque di numerosi torrenti, grandi e piccoli.
Un fiume che è stato linea di confine ai tempi dei Celti e che ha saputo stuzzicare l’interesse di Leonardo da Vinci, che ha progettato una serie di canalizzazioni per conto di Ludovico Sforza. Un fiume che oggi accende la passione di tantissimi sportivi: la travolgente passione per canoa, kayak, rafting e hydrospeed come spinta a sfide sempre più avvicenti con l’acqua viva; la storica passione per la pesca alla mosca, caratteristica di queste rive, da generazioni tramandata nel rispetto della tradizione; la profonda passione per la natura incontaminata del Sesia e della sua valle: acque limpide, scorci suggestivi e paesaggi di maestosa bellezza.
Non si può resistere alla passione per il fiume più bello d’Italia che nel 2002, Anno Internazionale delle Montagna, è stato entusiasmante campo di gara dei Campionati Mondiali di canoa e kayak. Per questi sport, il Sesia dà il meglio di sé in tarda primavera, tra maggio e giugno, e lungo il tratto da Campertogno a Varallo.