Rassa – Mezzanaccio

Rassa – Mezzanaccio

TipologiaSentieri dell'arte

Partenza (m): 917

Arrivo (m): 1294

Dislivello (m): 377

Tempo di percorrenza: 2h

Difficoltà: facile

Escursione a piedi

Periodo consigliato: dalla primavera all’autunno

Punti di appoggio: -

Segnavia: 261(ex 61)

Itinerario: È un sentiero che si snoda lungo il primo tratto della Val Gronda. Agevole e con un dislivello inferiore ai 400 mt., consente di toccare le frazioni della valle percorrendo in parte la strada sterrata e in parte le antiche mulattiere. Dopo aver percorso la via principale del paese e superato un ponte in pietra, si arriva a Sant’Antonio, con l’omonimo oratorio. Si prosegue dunque lungo il sentiero che, costeggiando il torrente, si inoltra in Val Gronda, seguendo il segnavia 61 e imbattendoci in alcune delle innumerevoli memorie della devozione popolare. Oltrepassato un ponte in pietra si giunge a Pian Molino: da qui il percorso si mantiene sulla sponda sinistra del Gronda, sempre in leggera salita. Alla fine della sterrata si imbocca una vecchia mulattiera e al bivio, ignorando la deviazione a destra, si prosegue nel fondovalle fino a Rassetta e subito dopo a Fontana. La mulattiera a segnavia 61 porta fino a Mezzanaccio, l’ultima e più alta frazione della Val Gronda.

Rientrando, all’altezza della cappella "dei Riveit” si devia a sinistra salendo lungo la mulattiera 62 che conduce a breve a Piana per poi seguire, partendo dal fianco della chiesa, un vecchio sentiero ripristinato che conduce a Ortigoso e dopo a Oro. Da qui si scende fino alla strada sterrata del fondovalle che riconduce a Rassa. Il ritorno alla cappella dei Riveit e la salita a Piana richiedono 1 ora; il completamento dell’itinerario passando per le frazioni di Ortigoso e Oro richiede 45 minuti.

Punti di interesse: l’Oratorio dedicato a Sant’Antonio nell’omonima frazione con splendida Deposizionedell'Arienta; l’oratorio dedicato alla Madonna della Neve in fraz. Fontana; l’oratorio di San Pietro al Mezzanaccio; l’oratorio di San Bernardo all’estremità di frazione Piana; la cappella dedicata a san Lorenzo a Oro; la Parrocchiale di Rassa; testimonianze varie della tradizione locale e della religiosità popolare.