Mollia e Frazioni

Mollia e Frazioni

TypologieWege der Kunst

Partenza (m): 880

Arrivo (m): 1065

Dislivello (m): 185

Tempo di percorrenza: Mollia/Goreto 20m, Goreto/Grampa 15m, Grampa/Piana Fontana 15m, Piana fontana/Piana Viana 20m, Piana Viana/Piana Toni 20m, Piana Toni/Case Capietto 20m, Case Capietto/Otra Sesia 20m, Otra Sesia/Mollia 40m; totale: 1h 70m

Difficoltà: facile

Escursione a piedi

Periodo consigliato: dalla primavera all’autunno

Punti di appoggio: -

Segnavia: 282


Itinerario: Questo sentiero dell’arte attraversa in piano e in quota il territorio di Mollia.

Si tratta di un percorso ad anello reso possibile grazie alla ciclabile della Valsesia.

L’itinerario parte dal parcheggio all’ingresso del paese, percorre il primo tratto sulla provinciale verso valle e segue la strada che sale a Goreto; qui si prosegue sul percorso che porta alla frazione Grampa seguendo il segnavia n. 282.

Per strada asfaltata si raggiunge poi l’antica cappella di San Defendente. Si prosegue sulla carrozzabile e a sinistra la mulattiera per la Pianaccia; si sale poi a Piana Fontana dove ritroviamo la cappella di Sant’Agata.

Da qui si passa a Piana Viana, il punto più alto dell’itinerario dove si innalzano i muri dell’oratorio della Madonna dei Sette Dolori.Si arriva quasi in piano alla frazione Piana Toni, raggiungibile anche con un percorso che parte dalla località Capleit; qui troviamo l’oratorio dedicato alla Madonna della Neve, a San Marco e a San Pietro.

Continuando verso nord, sulla sinistra si notano imponenti muri di costruzioni diroccate e al bivio si scende dritti fino a Case Capietto. In alcuni momenti, procedendo tra macigni e alti faggi sembra quasi che il sentiero si perda, ma seguendo la recente segnaletica Cai si raggiunge in 25 minuti la strada provinciale; si attraversata e si arriva sull’altra sponda del Sesia, in frazione Otra Sesia. Questo è il punto più settentrionale di Mollia; da qui si rientra ripercorrendo la pista ciclabile.

Punti di interesse: Parco della rimembranza; Oratorio di Sant’Antonio Abate; Casa Gianina, Cappella Santa Maria, Oratorio di San Nicolao; Cappella di San Defendente; Edicola dedicata alla Madonna delle Grazie; Cappella di Sant’Agata, Cappella della Pietà, Fabbricato secentesco; Oratorio della Madonna dei Sette Dolori ; Oratorio della Madonna della neve; Cappella Sant’Andrea;Casa Belli; Villa Molinos Andreis; laboratorio- museo di Silvano de Marchi; frantoio.