Fondazione Museo "Francesco Borgogna" - Vercelli (ita)

Dopo la Galleria Sabauda di Torino, in Piemonte, c’è solo il Museo Borgogna, una delle dieci pinacoteche più importanti d’Italia. Le 450 opere attualmente esposte, tra cui quadri, arredi e oggetti d’arte derivano dalla collezione che Antonio Borgogna ha donato alla città nel 1906, insieme al suo palazzo neoclassico, oggi sede del museo.

Di grande importanza l’insieme di opere della pittura rinascimentale piemontese e vercellese depositate dal locale Istituto di Belle Arti: un centinaio fra affreschi staccati e pale d’altare ne testimoniano l’eccezionale sviluppo. Si tratta, per la maggior parte di opere di Defedente Ferrari, Giovenone, Gaudenzio Ferrari e Bernardino Lanino.

Ampio spazio viene dedicato alla pittura rinascimentale lombarda, toscana e veneta con dipinti di Tiziano, di Luini, del Francia e del Sodoma, ma anche all’arte fiamminga e olandese del XVII secolo fino alla pittura italiana a cavallo tra Ottocento e Novecento.

(ita)