Ecomusei

Ecomusei

L’Ecomuseo della Valsesia, istituito nel 1999, si propone di valorizzare il territorio nel suo insieme tutelandone la memoria storica e le espressioni della cultura materiale , sottolineando il modo in cui le attività umane hanno caratterizzato la formazione e l’evoluzione del paesaggio. Per questo l'ecomuseo è qualcosa in più di una sequenza di sale da percorrere per ammirare opere d'arte, minerali rari o armi antiche: è il modo più vero ed efficace per raccontare la vita, le abitudini, la società di un popolo e il legame tra l'uomo e il suo territorio. Non si costruisce scegliendo "pezzi rari" e portandoli in qualche bel palazzo a centinaia di chilometri dal luogo d'origine; si fa individuando in un'area specifica una particolarità da tutelare, (ad esempio un certo modo di coltivare la terra o di produrre la lana o il pane o il riso) valorizzando e recuperando gli edifici e gli strumenti di lavoro tradizionali lì sul posto, nell'ambiente dove si sono sviluppati e sono stati utilizzati magari per secoli.

In provincia di Vercelli sono presenti due Ecomusei:

1- Ecomuseo della Valsesia che si suddivide a sua volta in:

2- Ecomuseo delle Terre d'Acqua