Chiesa di Santa Maria delle Grazie (ita)

La Chiesa di Santa Maria delle Grazie

Situata ai piedi della salita che da piazza Gaudenzio Ferrari conduce al Sacro Monte e affiancata dal convento dell'ordine delle Suore Missionarie di Gesù Eterno Sacerdote, Santa Maria delle Grazie è considerata il prologo dell'esperienza al Sacro Monte. La sua storia è strettamente legata all'antica comunità francescana guidata da padre Bernardino Caimi, a cui si deve la fondazione del complesso del Sacro Monte di Varallo..

La storia e le origini

La chiesa sorge quasi contemporaneamente al complesso architettonico del Sacro Monte. E' sul finire del XV secolo tra il 1486 e i 1493, proprio alla base del percorso devozionale del Sacro Monte, per volere di Bernardino Caimi si iniziano i lavori di costruzione della Chiesa di Santa Maria delle Grazie e dell'allora annesso convento francescano. L'edificio viene costruito in forme semplici tardo gotiche e mantiene le caratteristiche architettoniche delle chiese conventuali francescane, con una grande parete divisoria (il cosiddetto "tramezzo”) che aveva la funzione di separare lo spazio riservato ai frati da quello aperto ai fedeli. Nel 1513 Gaudenzio Ferrari ha dipinto su questa parete divisoria una delle sue opere di maggior valore artistico: un grande affresco conosciuto ancora oggi come "Parete Gaudenziana”.

La Parete Gaudenziana

Considerato monumento di importanza nazionale e capolavoro indiscusso della pittura rinascimentale tra Piemonte e Lombardia, la Parete Gaudenziana è un incredibile affresco che ricopre interamente il tramezzo della Chiesa. Gaudenzio Ferrari scelse di realizzare scene tratte dalla vita e dalla passione di Gesù, partendo dall'Annunciazione sino alla Resurrezione, dividendole in 21 riquadri affrescati che realizza con sapiente capacità comunicativa. Non si può che rimanere incantati di fronte alla maestosità dell'opera: la parete misura 8 metri in altezza e più di 10 in larghezza. Impossibile poi non notare la perfetta corrispondenza tra le scene rappresentate sulla Parete Gaudenziana e le rappresentazioni all'interno delle Cappelle che costellano il Sacro Monte, quasi a ricordare che entrambi i luoghi sono parte di un unico progetto e che il cammino di ascesi spirituale del Sacro Monte ha qui il suo vero inizio.

Statua di Gaudenzio FerrariLa Parete Gaudenziana
 
(ita)