Balmuccia – Alpe Cavurgo

Balmuccia – Alpe Cavurgo

TipologiaEscursionismo

Partenza (m):560

Arrivo (m):1350

Dislivello in salita (m): 790

Tempo di percorrenza: 2,45 ore

Difficoltà: difficile

Segnavia:n. 226

Escursione a piedi

Periodo consigliato: dalla primavera all’autunno

Dalla cappelletta di San Rocco che si erge nei pressi dell'incontro fra la vecchia e la nuova strada statale subito a monte dell'abitato di Balmuccia, si prende la mulattiera che attraversa un bosco, passa l’acquedotto fino all'Alpe Cascinale. Da qui si raggiungono gli alpeggi di Ciresi Nigreri e Pianello. La mulattiera  raggiunge quasi subito il pascolo abbandonato dell'Alpe Piova e poi rientra nel bosco per sbucare subito dopo alla radura dell'Alpe Forcella e Pigignolo. Successivamente il percorso piega a nord, passa a monte dell'Alpe Colma, per raggiungere la cresta che divide la Valle del Sesia da quella della Semenza. Proseguendo con un tratto comune con il sentiero 372 si raggiunge il pianoro dell'Alpe Cavurgo di Sotto. Si rientra nel bosco e poco dopo si raggiunge Cavurgo di Sopra, alpeggio ormai in rovina la cui cappella, dedicata alla Beata Panacea, è stata restaurata dalla Commissione Montagna Antica, Montagna da Salvare del CAI Varallo.