Le pareti di arrampicata in Valsesia soddisfano le esigenze di tutti gli appassionati del "free climbing” grazie alle diverse soluzioni nelle quali si presentano, come placche supertecniche, muri verticali, tetti di forza, fessure e alcune vie di strapiombo e con gradi di difficoltà che si aggirano tra il 4a e l’8a.

La conformazione rocciosa delle falesie dell’alta Valsesia è prevalentemente gneiss granitoide; mentre al Monte Fenera si trova calcare a tacche; porfido rosso nelle zone limitrofe a Gattinara e a Serravalle; gneiss molto lavorato a tacche e reglette delle falesie di Quarona.

La maggior parte degli itinerari sono tutti attrezzati in ottica sportiva, altri ancora sono in fase di richiodatura.

La Valsesia vanta più di 400 vie, in prevalenza palestre da monotiri anche se non mancano vie di più tiri in un ambiente straordinario e suggestivo, come la via al Castello (Rimasco), Profumo di donna (Mollia) e la parete Calva (Rassa).